100³: 100 anni 100 stanze 100 artisti

Un Mandala per Sorrento

Un evento all’insegna della bellezza e del Giappone, in programma sulle terrazze dell’Art Hotel. Scopri di più qui!

Il Giappone a Sorrento

Grande inizio di stagione all’Art Hotel Gran Paradiso di Sorrento con un evento che celebra la cultura e l’arte del Giappone, tema centrale della edizione di quest’anno della mostra 100³.
Continua a leggere qui!

Vincitore edizione 2015 100³: 100 anni, 100 stanze, 100 artisti

amedeo-sanzoneIl vincitore dell’edizione 2015 di 100³ con la stanza 308 è Amedeo Sanzone: un artista cresciuto all’ombra delle famigerate Vele di Scampia, è in bilico tra una sensibilità mistica, che lo induce a volare oltre il visibile, ed una pragmatica oggettività, che deprime i suoi slanci e lo riconduce nel buio di una periferia decaduta. La sua ricerca artistica muove da un’indagine figurativa per approdare ad un linguaggio rigoroso e lineare, che fa largo impiego di materiali industriali e procedimenti meccanici, ma non esclude l’intervento manuale. Amedeo, infatti, formatosi alla bottega paterna prima di intraprendere studi artistici e filosofici, non ha mai abbandonato la tradizionale concezione dell’arte come creazione congiunta delle mani e della mente. Proprio la filosofia ha esercitato un influsso notevole sulla sua produzione, che progressivamente si è liberata dalle ‘incrostazioni’ pittoriche in cerca di una dimensione spirituale soggiacente. Continua a leggere qui

100³ edizione 2015
Torna 100³ all’Art Hotel Gran Paradiso

Leggi il programma qui

Impara l’arte e mettila in Hotel

Su Panorama del 30 Settembre 2015 si parla di 100³: “L’america, invece è il tema scelto dall’Art Hotel Gran paradiso di Sorrento che ha lanciato il progetto “100 stanze 100 artisti 100 anni”: i clienti non solo possono comprare le opere, ma l’artista più amato crea una stanza permanente in hotel.

100³: 100 anni, 100 stanze, 100 artisti e per il quarto consecutivo l’Art Hotel Gran Paradiso location d’eccezione della grande mostra-evento che si terrà il 1 novembre dalle ore 17.00 all’Art Hotel di Sorrento.

100³ è la sintesi perfetta di un percorso espositivo durato un anno intero e fortemente voluto dalla direzione dell’Art Hotel che ha scommesso sull’arte e sulla regione Campania: dei cento artisti in mostra più di 30 provengono dalla Campania, per l’appunto, e tra nomi emergenti e nomi consolidati, rappresentano il meglio dell’eccellenza artistica di questo territorio.
100³ è anche una sfida: quella di aprire un hotel, un Art Hotel unico nel suo genere in tutta la Penisola Sorrentina, all’arte e di farlo nel modo più perforante ed incisivo possibile, rendendo cioè le stanze dell’hotel, le sue fondamenta, la sua anima, vera e propria galleria d’arte in un processo di completamento e dialogo vicendevole.

La Mission dell’Art Hotel Gran Paradiso è quella di diventare quindi un punto di riferimento artistico per tutto il territorio campano, per gli artisti e per gli ospiti che desiderano pernottare in uno spazio che racconti storie ed emozioni attraverso l’arte contemporanea.
100³ è anche un concorso d’arte e l’edizione di quest’anno sarà l’occasione per premiare la vincitrice dell’edizione 2013, Julia Krahn.

L’artista tedesca inaugura la quinta stanza permanente dell’albergo – la cui ambizione è di durare cent’anni – con un ciclo di opere site-specific, che unisce scultura, fotografia e video. “Sirens” è un lavoro nato sul posto e si ispira alla Terra delle Sirene.
Inizia con il racconto delle sirene secondo Platone e dà forma al loro canto dell’Ade, ma poi si evolve in una visione eclettica.
Il fiume Lete e i vortici di fuoco prendono corpo attraverso la ceramica, che sorge dalla pietra vesuviana, poi nascono dall’acqua e si uniscono alle voci e a i suoni dal profondo del mare.
Queste “sirene” non si fermano alla morte, ma ri-nascono sotto i nostri occhi in fotografia e video per ricordarci di quei momenti in cui riusciamo a superare i nostri limiti.
Julia Krahn ci accompagna a conoscere “Sirens” con un canto ammaliatore e, così facendo, svela un pezzetto di sé, per poi immergersi in un mondo che è anche quello di chi guarda l’opera.

L’Art Hotel sarà quindi il palcoscenico ideale per imbastire un dialogo tra artisti in mostra, critici e appassionati d’arte. Gli ospiti della mostra il 1 novembre saranno infatti accolti dagli stessi artisti in tour delle opere esposte nelle 100 camere. Un modo innovativo di presentare l’arte attraverso le porte spalancate delle camere dell’Art Hotel.

100³Invito